Corso 3D Studio Max certificato Autodesk, Roma

IL CORSO IN BREVE:

Al giorno d'oggi, esistono numerosi programmi di modellazione 3D, ma 3DStudio Max è sicuramente uno dei software più conosciuto e utilizzati al mondo.
La motivazione principale è costituita dalle innumerevoli applicazioni in cui l'approfondita conoscenza di questo software può fornire differenti qualifiche professionali: si va dallo sviluppo di rendering architettonici iper-realistici, alla creazione di effetti speciali per il cinema, nonchè alla progettazione del motore e della grafica di videogiochi tra i più noti, su cui Autodesk ha da sempre posto un particolare accento.
Questo Corso si rivolge a coloro che vogliano giungere ad un buon livello di conoscenza dell'applicativo 3D Studio Max e comprendere le funzioni di questo programma così ricco, per poterne sfruttarne al meglio le innumerevoli potenzialità.

  • Partenza prossima sessione:

    Stato:
  • Unica Sede: Roma
  • Vuoi capire cosa realizzerai?
    Guarda ↯
  • Durata: 6 mesi /144 ore
  • Frequenza:
    2 giorni a settimana, con 3 ore per lezione.
  • Classificazione unità Professionale Nazionale:
    3.1.2.2.0 - Tecnico esperto di computer aided design, computer aided manifacturing
  • Orari disponibili:
    AM ❯ dalle 9.30 alle 13.00.
    PM ❯ dalle 15.30 alle 19.00.
  • Posti disponibili:
    Numero chiuso, massimo 8 partecipanti.
    Ci sono ancora posti?
  • Requisiti per l'accesso: Nessuno.
  • Tipo di Corso: in aula
  • Tipo di lezioni: PRATICHE
  • Possibilità di recuperare le lezioni perse: SI
    O di partecipare in remoto, tramite piattaforma Skype.
  • Certificazioni ufficiali con valore internazionale rilasciate IN OMAGGIO:
    Il rilascio del diploma valevole per i C.F.U. e quello della Certificazione Autodesk, è GRATUITO ma subordinato al superamento con esito positivo degli esami ufficiali nella nostra sede, e alla consegna di tutti i Briefing Didattici da parte del Corsista.
  • Tutti gli Esami di Certificazione si tengono in SEDE.
  • Materiale didattico incluso:
    - Chiavetta USB con Software e il materiale didattico.
    - Esame e rilascio della Certificazione in OMAGGIO e del Diploma.
    - Borsa porta-notebook.
    - Blocco.
    - Penna.
    - Matita.
    - Dispense formative.
  • Postazioni disponibili: 1 personal computer per Corsista, con S.O. Win.
  • Docenti: Autodesk Certified Instructor
  • Costo Corso di gruppo:
    TOT: 2304 +iva.


    COSTO RATEIZZATO:
    - 6 rate: € 395
    + acconto di € 440 all'iscrizione.
    ↗ tutto iva compresa.
    Pagherai 1 rata al mese, senza finanziamenti, senza interessi e a partire dal primo mese di frequenza del Corso.

L'Area di lavoro in 3DS Max:

  • Nozioni generali sulle finestre di visualizzazione.
  • Viste ortogonali.
  • Vista Prospettiva.
  • Vista Cinepresa.
  • Impostazione del layout delle finestre.
  • Controllo delle prestazioni di visualizzazione.
  • Tendina Nascondi.
  • Tendina Congela.
  • Zoom, panoramica e rotazione delle viste.
  • Uso dei metodi di navigazione standard.
  • Configurare le viste.
  • Caricare interfacce utente personalizzate.
  • Metodi di selezione.
  • Selezione per area.
  • Selezione diretta.
  • Selezione da un elenco.
  • Selezione multipla.
  • Raggruppamento.
  • Impostazione unità di misura.
  • Creazione, apertura e salvataggio automatico di un file.
  • I comandi per importare o unire file esistenti.

Creazione di Oggetti 3D, primitive standard e le primitive avanzate:

  • Uso del pannello Crea.
  • Creazione di un oggetto.
  • Primitive standard.
  • Primitive avanzate.

Creazione di Oggetti 2D:

  • Le Spline.
  • Creazione di Forme.
  • Forme renderizzabili.
  • Uso delle forme.
  • Forme come oggetti piani.
  • Forme estruse e tornite.
  • Forme di lofting.
  • Forme come percorsi di animazione.

Creazione di Oggetti composti:

  • Creazione di Oggetti composti.
  • Dispersione.
  • Connetti.
  • Unione forme.
  • Booleano.
  • Proboolean.
  • Loft.
  • Deformazione adattamento.
  • Creazione di un terreno dai valori topografici di un mappa.

Creazione di Oggetti architettonici con i preset:

  • Gli Oggetti AEC extended.
  • Creazione di mura.
  • Creazione di ringhiere e balaustre.
  • Creazione di alberi e siepi.
  • Creazione di porte e finestre.
  • Creazione di tetti e scale.
  • Creazione di rampicanti con Ivy Generator.

Operazioni di Trasformazione degli oggetti 2D e 3D:

  • Comandi Trasformazione.
  • Seleziona e sposta, Seleziona e ruota, Seleziona e scala uniforme, Seleziona e scala non uniforme e Seleziona e schiaccia.
  • Vincoli Trasformazione.
  • Strumenti Trasformazione.
  • Copie, istanze e riferimenti degli oggetti.
  • Rifletti gli oggetti selezionati.
  • Serie.
  • Strumento Spaziatura.
  • Comandi di modifica.
  • Comandi per la gestione dei gruppi.
  • Interruttori Snap.
  • Snap Percentuali.

Operazioni di modifica e Modificatori di base:

  • Uso del pannello Modifica:
    • Modificatori parametrici e dipendenti dalla topologia.
    • Modificatore Piega.
    • Modificatore Rastrema.
    • Modificatore Torsione.
    • Modificatore Disturbo.
    • Modificatore Allunga.
    • Modificatore Inclina.
    • Modificatori di spazio oggetto.
    • Uso dell'elenco modificatori.
    • Modifiche apportate a livello sub-oggetto.
    • Modificatori a livello Spline:
    • Modificatore Modifica Spline.
    • Modificatore Tornio.
    • Modificatori a livello Poligonale:
    • Modificatore Estrudi.
    • Modificatore Profilo svasatura (Creazione di stucchi e modanature).
    • Modificatore Ottimizza.
    • Modificatore a livello di Mappatura UVW.
    • Modificatori FFD (Free Form Deformation).

Modellazione di base, i Poligoni e le Mesh:

  • Oggetto poligonale modificabile.
  • Operazioni con i sub-oggetti poligono.
  • Poligono modificabile (Oggetto).
  • Poligono modificabile (Vertice).
  • Poligono modificabile (Bordo).
  • Poligono modificabile (Faccia/Poligono/Elemento).

Principi e metodi di animazione:

  • Modificare e configurare i formati di animazione.
  • I Keyframe.
  • La Timeline
  • Uso del pulsante Animazione.
  • Visualizzazione e copia delle chiavi di trasformazione.
  • Il Curve Editor.

Animazioni ed Operazioni con i controller:

  • Assegnazione di controller nell'Editor tracce.
  • Comandi pannello Movimento.
  • Pannello Movimento.
  • Traiettorie.
  • Tendina Parametri PRS.
  • Controller di animazione.
  • Vincolo Percorso.

Creazione e modifica delle luci:

  • Uso delle luci.
  • Luce omnidirezionale.
  • Riflettore Destinazione.
  • Riflettore Libero.
  • Direzionale Libera.
  • La luce Skylight.
  • Renderizzatore di produzione Light Tracer.
  • Direzionale Destinazione.
  • Proprietà della luce.
  • Parametri generali di illuminazione.
  • L'illuminazione di interni o esterni.
  • Illuminazione diurna o notturna.

Creazione e modifica delle telecamere:

  • Caratteristiche delle cineprese.
  • Cinepresa Libera.
  • Cinepresa Destinazione.
  • Campi visivi, lunghezze focali e Riquadri di Sicurezza.
  • Animazione delle cineprese.

Creazione e modifica dei Materiali:

  • Editor materiali.
  • Sfoglia materiale/mappa.
  • Slot campione e nome del materiale.
  • Tipo materiale.
  • Tipo ombreggiatura.
  • Componenti del materiale.
  • Luci e ombreggiature.
  • Scelta dei colori per un effetto più realistico.
  • Uso delle mappe per ottimizzare il materiale.
  • Assegnazione di un materiale a un oggetto.
  • Coordinate di mappatura.

Creazioni di Filmati e Rendering:

  • Rendering.
  • Settaggi per la stampa ad alta risoluzione.
  • Comandi e settaggi di rendering.
  • Formati di salvataggio dei file.
  • Ambiente.
  • Finestra di dialogo Ambiente.

Operazioni con i Modificatori di animazione:

  • Modificatore di animazione Skin:
    • Modificatore Skin.
    • Finestra di dialogo Carica Involucri.
    • Tecniche e Strategie di Skinning.
    • Modificatore di animazione Morpher:
    • Modificatore Morpher.
    • Sincronizzazione animazione facciale.
    • Destinazioni di morphing di espressione.
    • Procedure di morphing.

Operazioni con i Modificatori UVW:

  • Modificatori coordinate UV.
  • Modificatore Svolgi UVW.
  • Tendina Parametri selezione.
  • Finestra di dialogo Modifica UVW.
  • Barra degli strumenti della Finestra di dialogo Modifica UVW.
  • Finestra di dialogo Opzioni svolgimento.

Tecniche di modellazione avanzata:

  • Superfici suddivisione:
    • Modellazione in Low-Poly.
    • I Sub-oggetti: vertex, edge, border, polygon, ed element.
    • Lavorare con i Gruppi di Smusso e la Soft Selection.
    • Modificatore MeshSmooth e gli strumenti: Extrude, Bevel, Bridge, Outline, Inset, Cut, Slice e Slice-Plane.
    • NURMS: (Non-Uniform Rational MeshSmooth).
    • Modellazione con Modificatore Superficie.
    • Modellazione con Modificatore Approssimazione scostamento.

Animazione con gli strumenti ausiliari standard:

  • Fittizio.
  • Space warp.
  • Vincola a Space Warp.
  • Forze.
  • Bomba particellare.
  • Segui percorso.
  • I generatori di campi di forza.
  • Gravità.
  • Space warp Deflettore.
  • Space warp Deflettore universale.
  • Space warp Deflettore sferico.
  • Space warp FFD(parallelepipedo).
  • Space warp FFD(cilindro).
  • Space warp Onda.
  • Space warp Ondulazione.
  • Space warp Bomba.

Creazione di sistemi particellari:

  • Creazione di un emettitore di particelle.
  • Uso delle collisioni interparticellari.
  • Tendina Parametri di base.
  • Tendina Generazione particelle.
  • Tendina Tipo particella.
  • Tendina Rotazione e collisione.
  • Tendina Eredità movimento oggetto.
  • Tendina Movimento bolla.
  • Tendina Creazione particelle.
  • Tendina Carica/Salva preimpostazioni.
  • Sistema particellare Spruzzo.
  • Sistema particellare Neve.
  • Sistema particellare Super spruzzo.
  • Sistema particellare Bufera.
  • Sistema particellare Nube particellare.
  • Mass FX.
  • Particle Flow.

Strumenti di animazione e ossature:

  • Gerarchie e cinematica diretta:
    • Comandi del pannello Gerarchia.
    • Perno.
    • Informazioni sulle gerarchie.
    • Manipolazione delle gerarchie con la cinematica diretta.
    • Strategia di collegamento.
    • Collegamento e scollegamento degli oggetti.
    • Visualizzazione della struttura gerarchica.
    • Uso degli oggetti fittizi.
    • Regolazione dei perni.
    • Modifica dei collegamenti ereditari.
    • Utilità Eredità collegamento (selezione).
    • Comandi Collega e Scollega.
    • Seleziona e collega.
    • Scollega selezione.
    • Ossatura:
      • Uso degli oggetti come ossature.
      • Collegamento di oggetti per la cinematica inversa.
      • Terminologia IK.

Utilizzo di Character Studio e di CAT (Character Animation Toolkit):

  • Creazione di un bipede.
  • Parametri del bipede.
  • Caricamento e visualizzazione di un file "Cattura Movimento".
  • Modifica della struttura del bipede in modalita' "Figura".
  • Uso congiunto di Biped e Physique.
  • Collegamento del bipede al personaggio.
  • Creazione dei set di selezione.
  • Adattamento ed allineamento del bipede.
  • Uso dello strumento collega per unire altri oggetti.
  • Creazione di un CATRig.
  • Parametri del CATRig.
  • Lavorare con i Preset o creare un CATRig da zero.
  • Modifica della struttura del CATBones.
  • Creazione di un rivestimento Skin con Physique.
  • Modifica degli involucri.
  • Lavorare con i dati "Motion Capture".
  • Modalita' Sequenza.
  • Creazione di una Clip in Modalita' Sequenza.
  • Creazione di uno Script e modifica delle transizioni.

Controller avanzati nell'animazione:

  • Vincoli di Animazione: Vincolo Esamina.
  • Assegnare un vincolo Esamina.
  • Parametri di vincolo Esamina nel pannello Movimento.

Effetti atmosferici e di illuminazione avanzata:

  • Riflettore direzionale o libero.
  • Parametri proiezione.
  • Effetti atmosferici e di rendering per le luci.
  • Finestra di dialogo Aggiungi effetto atmosferico o effetto.

Effetti di Post-Produzione:

  • Effetti obiettivo (Lens Effects).
  • Bagliore (Glow).
  • Anello.
  • Raggio.
  • Secondari automatici.
  • Effetto di rendering movimento.
  • Ambiente ed effetti ambientali.
  • Finestra di dialogo Ambiente.
  • Fuoco.
  • Nebbia.
  • Volume nebbia.
  • Volume luci.

Gli apparati atmosferici:

  • Oggetti strumento ausiliario Apparato atmosferico.
  • Gizmo parallelepipedo.
  • Gizmo cilindro.
  • Gizmo sfera.

Il Camera Matching (Fotoinserimento):

  • Utilita' Corrispondenza cinepresa.
  • Strumento ausiliario Corrispondenza cinepresa.
  • Strumento ausiliario Punto cinepresa.
  • Illuminazion Fisica.
  • I sistemi di illuminazione avanzati:
    • Luci basate sul Colore e la luminanza.
    • Temperatura delle Luci (Gradi Kelvin).
    • Luci HDRI / MXI e controllo multicanale.
    • Preset Luci.
    • Unità di illuminazione reali (watt / efficacia, lumen, candele).
    • Supporto IES e EULUMDAT.
    • Proiettore di immagini.
    • Luci bloccabili.
    • Controllo degli interruttori Multilight ™.
  • Il Fisical-Sky:
    • Personalizzazione della luce solare.
    • Settaggio dell'atmosfera e dell'inquinamento.
    • Illuminazione su parametri reali: data, ora, coordinate.
    • Conversione da HDRI a Fisical-Sky.
    • Notte e Giorno in tempo reale o a Rendering finito con i controlli Multilight ™.
  • Renderizzare su livelli: Alpha, Z-buffer, Shadows, ID oggetto, ID materiale, rugosità, Normal-Map, UVW.
  • I materiali Speciali:
    • Maxwell Fire.
    • Maxwell Volumetric.
    • Pixar Open SubDivision.
    • Maxwell Grass.
    • Maxwell Sea.
    • Maxwell Scatter.
    • Particle Mesher.
    • Hair/Fur.
  • Il Real 3D MOTION BLUR.
  • Il rendering progressivo.
  • Resume di un rendering.
  • Creazione di materiali avanzati:
    • Wizard per la creazione di materiali.
    • Materiali Multi-Layer.
    • Miscelazione BSDF.
    • Mappatura Peso.
    • Dispersione subsuperficiale.
    • Simulazione Fresnel.
    • Dispersione spettrale.
    • Assorbimento avanzato e trasmittanza con la distanza di attenuazione.
    • Texture procedurali.
    • Anisotropia avanzata.
    • Materiale Matte.
    • Bump e Normal Map.
    • Ior Complex.
    • Strati di rivestimento.
    • Iridescenza.
    • Mappatura spessore.
    • Livelli di emissione.
    • Emettitori compositi.
    • Materiale Dispersione.
    • Materiali Due-Lati.
  • Impostazioni delle telecamere:
    • Lenti:
      • Thin film.
      • Pin hole.
      • Ortografiche.
      • Sferiche e cilindriche.
    • SimuLens ™:
      • Diffrazione.
      • Scattering Lens.
      • Devignetting.
      • Impostazione Nitidezza.
    • Lens shift.
    • Diaframma poligonale / circolare.
    • Velocità otturatore.
    • Focale.
    • Fstop.
    • Profondità di campo (DOF).
    • Esposizione automatica.
    • Piani Z-Clip.
  • Caratteristiche di rendering.
  • Monitoraggio di rendering.
  • Calcolo automatico dei Rendernodes.
  • Coda di rendering batch/rendering.
  • Visualizzazione progressiva.
  • Aggiornamento automatico dell'immagine.
  • Controllo di priorità dei processi.

Copyright © 1999-2017 | | Tutti i diritti riservati | P. IVA 0722671005
Google «» Trovaci su Google+